Notaio Puccio Pellegro – cessione di diritti in Rì

data atto: 1632/11/23

sito in:

in domo ruris mei notarii in villa Rii vocate il Poggio

Regesto:

Battista Pichetto a proprio nome e come padre e amministratore dei figli ed eredi della fu Caterinetta sua moglie, figlia del fu Antonio Landò, rinuncia in favore di Nicolò Cassinelli a ogni dirtto dotale sulla proprietà  terriera venduta allo stesso Nicolò da Antonio, lo stesso Battista e Domenico padre e figli Picchetti il 7 novembre. Opera con il consiglio di Bartolomeo e Michele Landò fu Antonio, fratelli della defunta Caterinetta.

Note:

Copia autentica. L’atto è trascritto su un fascicolo cartaceo di 14 carte, contenente complessivamente 14 atti e racchiuso in una camicia con un altro fascicolo. Cfr. docc. 9 a-p. Sulla camicia è riportata la seguente annotazione: “San Salvatore. 1610 7 marzo ed altri. 1632 7 settembre Ravenna. Antonio Pichetto fu Agostino stato sicurtà  a Francesco Costa fu Bernardo per la sicurezza d’uno piano posto in San Salvatore luogo detto Piani di San Martino venduto da lui a Agostino Ravenna quondam Sebastiano, vende una sua terra posta in San Salvatore detta Cortinella, in cui resta fondata l’ipoteca di detta sicurtà  ed altre scritture concernenti a detta terra detta Cortinella”.