Notaio Fossati Domenico – cessione di diritti in Chiavari

data atto: 1612/01/17

sito in:

in domo habitationis dicti nobilis Dominici

Regesto:

Francesco Canepa fu Simone vende al nobile Domenico Repetti fu Pellegro i diritti “in quodam solario domus vocate la sopressa site in villa Cotà¹, ubi dicitur Camponestasio, cum quodam strazeto retro dictam domum, cum iuribus ingrediendi et regrediendi e dicto solario cui domui coheret ante et retro terra dicti nobilis Dominici, ab uno latere domus Antonii Gati Francisci et ab alio Andree Gati quondam Simonis … ” per il valore di 162 lire, e sugli arnesi della soppressa per un valore di 38 lire e mezza, tutti beni sui quali ha conseguito un estimo contro i beni del defunto Simone Gatti, ereditati dai di lui figli, Antonio, Giacomo e Andrea Gatti, per la dote di sua moglie, Benedettina, figlia di detto Simone e sorella dei detti Antonio, Giacomo e Andrea. La cessione avviene per il prezzo di 200 lire e mezza, con il consenso della moglie e dei cognati di Francesco Canepa.

Note:

Copia autentica, in pessimo stato di conservazione. L’atto è trascritto in un codice cartaceo di nove carte, contenente complessivamente due atti. Cfr. doc. 123 a. Sul documento è riprotata la seguente annotazione: “1611 a li 13 decembre. Estimo che ha fatto Francesco Canepa quondam Simon in li beni del quondam Simonim Gatto quondam Battista per la dotte di sua moglie per precio de lire 200, cioè de lire 162 a la ragione de doi tre e per lire 38 dinaro per dinaro, come ne consta di detto estimo per mano di domino Pelegro Puchio nottaro.
1612 a li 17 genaro. Notta come io Dominico Repetto quondam domino Gio. ho compro da il sopra detto Francesco Canepa il detto estimo con consentimento di sua moglie e di suoi cognatti per precio de lire 200 dattoli de numerato, come ne consta di detto aquisto in detto estimo estratto per mano di domino Dominico Fosatto nottaro”.